mercoledì 30 luglio 2014

Laura Pausini: un concerto davvero hot!

Laura Pausini è molto amata in Sudamerica e lo sarà certamente ancor di più dopo il concerto che ha tenuto a Lima in cui la cantante non ha messo in mostra solo la sua voce.

Per una canzone, Laura si è presentata sul palco con un accappatoio. Quando si è voltata velocemente, i lembi dell'accappatoio si sono aperti e i fortunati spettatori hanno potuto notare che la cantante aveva indossato l'accappatoio proprio come si fa dopo una doccia: sotto era infatti nuda!

La Pausini, accortasi dell' "incidente", non si per nulla scomposta e anzi ha simpaticamente commentato: "Chi ha visto, ha visto: ce l'ho come tutte le altre".

Bravissima Laura! Anzi, chiediamo il bis!


martedì 29 luglio 2014

Ashley Benson: topless alle Hawaii

Avevamo già ammirato una sua splendida scollatura alla prima del film "Spring Breakers" in cui era una delle protagoniste. Stavolta, la bellissima Ashley Benson ha lasciato vedere ancora di più!

Su una spiaggia di Maui, un'isola delle Hawaii, dove era in vacanza con l'amica e collega Shay Mitchell (sono entrambe nella serie tv "Pretty Little Liars"), la bionda Ashley ha preso l'ottima decisione di togliersi il reggiseno (vedi immagine di apertura) restando in un topless tutto da ammirare.

Congratulazioni a Ashley!


sabato 26 luglio 2014

Trish Kelly: fuori dalla lista per il suo elogio alla masturbazione

Trish Kelly era una candidata della lista Vision Vancouver per le elezioni al Park Board (l'ente che si occupa dei parchi della città) ma si è ritirata dopo le polemiche sorte quando è stato tirato fuori un video di alcuni anni fa in cui la Kelly elogiava la masturbazione.

Nel sito che aveva allestito per la sua candidatura, Trish spiega che non voleva che il sensazionalismo creato intorno a quel suo video distraessero l'attenzione dal programma della lista.

E' un vero peccato che una candidata si ritiri per qualcosa che non solo non è da biasimare ma è, anzi, da applaudire. La politica dovrebbe promuovere la felicità dei cittadini e rimuovere ciò che la ostacola. La masturbazione può dare senza dubbio un sano piacere alle donne (e anche agli uomini) e quindi un video che combatte gli sciocchi pregiudizi creati intorno ad essa non può che essere valutato positivamente. Brava Trish! Una very special girl!

venerdì 25 luglio 2014

Silvia e Valentina scelgono il topless

Tra i topless di questa estate sono arrivati quelli di Silvia Abbate e di Valentina Baldini.

La Abbate (nella foto di apertura, sulla spiaggia di Porto Cervo) ha ottenuto notorietà partecipando nel 2006 alla prima edizione italiana del reality show "La pupa e il secchione". E una vera "pupa", al mare, non può che scegliere il topless!

Valentina Baldini è diventata protagonista delle cronache per essere diventata, di recente, la nuova compagna del giocatore della nazionale Andrea Pirlo.

In vacanza in barca, anche la bionda Valentina si è messa in topless: un'ottima mossa per garantirsi una migliore abbronzatura... e per diventare protagonista sulle pagine della rivista "Chi".





martedì 22 luglio 2014

LFL: mete, twerking e un pizzico di slip giù tra Las Vegas e Chicago

Touchdown, twerking e due accenni di wardrobe malfunctions: anche la decima partita del campionato USA della LFL di quest'anno non delude certo chi ama le doti atletiche e la bellezza di queste very special girls!

Las Vegas Sin - Chicago Bliss 18-27

La decima partita del campionato USA della LFL del 2014 vede affrontarsi Las Vegas Sin e Chicago Bliss. Ad aprire le segnature sono le Bliss: la quarterback Heather Furr con uno shovel pass all'indietro dà la palla ad Alli Alberts che corre in meta. Il gioco, da 5 yards e a 5 minuti dalla fine del primo quarto, è seguito da un extra point di Furr: 0-7. Le Sin perdono una palla su uno snap, ma per loro fortuna la agguanta la loro giocatrice Kia Ramos e il drive può proseguire, concludendosi con un'ottima giocata di Markie Henderson che, ricevuto un corto passaggio da Sindy Cummings, corre verso la meta resistendo ai tentativi di placcaggio: meta da 23 yards e punteggio sul 6-7.

Nel secondo quarto, anche le Bliss perdono una palla sullo snap ma pure a loro al momento va bene e il pallone viene preso da una loro giocatrice, Chrisdell Harris. Al gioco seguente, però, un lancio di Furr viene intercettato da Danika Brace. Rimedia la difesa di Chicago: Chantell Taylor e Kim Perez fanno un sack su Cummings portando le avversarie su un quarto tentativo con 15 yards da conquistare: le Sin non ci riescono e la palla torna a Chicago che non perde l'occasione per segnare: Furr, ricevuto lo snap, piazza il pallone nelle mani di Deena Fagiano, che partiva il linea, e la bellissima Deena (immagine di apertura, ritagliata dalla foto ufficiale sul sito della LFL), favorita dal fattore sorpresa, copre le 5 yards mancanti alla meta (immagine qui sotto). Con la trasformazione di Furr si va sul 6-14.


La difesa di Chicago blocca ancora Las Vegas (Perez mette a segno un altro sack). L'ultimo gioco della prima metà è di Chicago che però non riesce a segnare.

Si entra nel terzo quarto. Kim Perez è in serata micidiale e, insieme a Yahshi Rice, stende ancora la quarterback avversaria. Stavolta, però, le Sin non si lasciano fermare e Cummings lancia un pallone a Ramos per un touchdown da 8 yards: 12-14. Chicago replica con una corsa da 3 yards in meta di Harris e seguente trasformazione di Furr: 12-21.

Si entra nell'ultimo quarto. Las Vegas arriva fino a 12 yards dalla meta, ma perde palla per downs. Chicago, invece, non sbaglia e conclude il drive con un reverse che porta Alli Alberts a correre in meta (8 yards): 12-27. Alberts si distingue anche in difesa intercettando un lancio di Cummings, ma l'azione viene annullata per un fallo di Chicago. Cummings passa la palla a Henderson che riceve e corre fino in meta (30 yards) a 50 secondi dalla fine e festeggia con un sensuale twerking, come mostra l'immagine qui sotto. Bellissima la meta e simpatico il modo di celebrarla: brava Markie!


La trasformazione, importante per le Sin dato che porterebbe a un divario colmabile con una sola meta più trasformazione, non riesce: 18-27. Con meno di un minuto e nove punti di divario, l'impresa si fa decisamente improbabile. Le Sin tentano comunque un on side kick che finisce fuori dal campo. Le Bliss lasciano gestiscono il tempo facendolo scadere e portando a casa la vittoria.

Due parentesi sexy nell'ultimo quarto di gioco. La center Hallie Jiskra, molto carina, nel sistemarsi gli slip, si scopre un poco (prima immagine qui sotto): molto poco, a dire il vero, e solo per un attimo, ma è comunque un momento simpatico. A fine partita, Kia Ramos resta un poco scoperta (seconda immagine sotto): anche per lei la "scopertura" è minima, ma comunque gradevole. Complimenti ad entrambe!




sabato 19 luglio 2014

Brigitta Boccoli e Mara Adriani: sempre topless!

Brigitta Boccoli e Mara Adriani non hanno dubbi: in spiaggia il reggiseno non va messo. Anche quest'anno infatti le possiamo ammirare in topless.

Nella foto di apertura, ecco la bionda Brigitta. Già l'anno scorso il suo topless estivo era stato mostrato (e, ovviamente, elogiato) in questo blog e quest'anno la bella Brigitta ha raddoppiato.

Anche la ex "gieffina" Mara Adriani è una aficionada del topless: è il terzo anno (qui il 2012 e qui il 2013) che ospitiamo la sua uscita balneare a seno scoperto!

Nella foto qui sotto vediamo come, arrivata in spiaggia, Mara, giustamente, pensa subito a togliersi il reggiseno e nella foto seguente eccola, come sua ottima abitudine, in topless.



Ci auguriamo che continuino così anche nei prossimi anni e il nostro blog sarà sempre felice di presentare ai suoi lettori le loro foto. Bravissime!

venerdì 18 luglio 2014

Una bella doppietta per Elisabetta Canalis

Una sensuale doppietta per la sempre bellissima Elisabetta Canalis in vacanza al mare.

L'acqua gioca un simpatico scherzo alla ex velina facendole scivolare giù gli slip del bikini. Il bel lato b di Eli resta scoperto e la prontezza di un fotografo e la pubblicazione della foto da parte della rivista "Chi" ci permettono di ammirare la gradevole vista.

Ma anche il pezzo sopra del costume ci regala una scena interessante. Nel sistemarsi il reggiseno, infatti, la Canalis scopre il seno e anche stavolta l'abile paparazzo non si lascia sfuggire il momento vincente.


Al mondiale vincono anche le tifose

Ai mondiali lo spettacolo è stato anche sugli spalti e le regie televisive e i fotografi ci hanno regalato numerose inquadrature di belle ragazze impegnate a fare il tifo per la propria nazionale, come la stupenda colombiana che potete ammirare nella foto qui a fianco. Non sappiamo il suo nome: se lo conoscete, scrivetecelo nei commenti!

Una tifosa può anche diventare famosa in questo modo, come era capitato nei mondiali precedenti alla paraguaiana Larissa Riquelme. La scollatura prorompente l'aveva resa celebre e grazie ad essa aveva ricevuto anche proposte di valorizzare ancor più le sue forme posando con il seno completamente scoperto, opportunità che, ovviamente, la brava Larissa aveva colto al volo!

Quest'anno a colpire nel segno è stata Axelle Despiegelaere (foto qui sotto): alla L'Oréal è stato notato il viso della bella biondina impegnata a tifare per il suo Belgio e le è stato proposto di fare una pubblicità. La ragazza ha accettato ma poi ha forse abbattuto le sue chances postando una foto in cui posa davanti a una bestia uccisa in un safari, una scena che non porta buona pubblicità. La ditta si è limitata a dire che il contratto era solo per una campagna ma, secondo i media, la ragazza ha bruciato un'occasione.


Sono tante, comunque, le bellissime ragazze che hanno allietato i mondiali. Dovendo fare una scelta delle più belle tra le belle, diamo il primo posto alla colombiana della foto di apertura del post. Per il secondo posto, proponiamo questa bellissima cilena:


Per il terzo e quarto posto, ecco l'olandese e l'australiana che vedete qui sotto:



Da non dimenticare neppure la ministra francese Najat Vallaud-Belkacem che, in veste di tifosa della Francia, ha fatto il suo figurone, come abbiamo mostrato nel post precedente.

Merita infine di essere citata, per come si è presentata molto scoperta allo stadio, la bella tifosa tedesca qui sotto:


venerdì 11 luglio 2014

Najat Vallaud-Belkacem, la bella ministra in versione tifosa

Con la maglia della nazionale e la bandiera francese dipinta su una guancia, la bella ministra dello sport e dei diritti delle donne Najat Vallaud-Belkacem era al Marcanà, il famoso stadio di Rio de Janeiro, a fare il tifo per la Francia nella partita dei quarti di finale di questi campionati mondiali di calcio contro la Germania che, per la delusione della Vallaud-Belkacem, si è aggiudicata l'incontro per 1-0 conquistando così il passaggio alla semifinale.

Bocciata la nazionale francese, dunque, ma sicuramente promossa per l'aspetto davvero carino la ministra!


Nives Celsius, cantante sexy per i mondiali

La popstar croata Nives Celsius (o Celzijus come a volte è scritto il suo cognome d'arte; il suo cognome reale è Zeljkovic), in occasione dei mondiali di calcio ora in corso in Brasile, ha presentato la canzone "Take me to Brazil" (Portami in Brasile). Nel testo della canzone, molto disinvolto, Nives fa la parte di una ragazza che vuole diventare la compagna di un ricco calciatore per fare la bella vita ("I want your money" canta la bella mora), compreso il farsi portare in Brasile come recita il titolo.

La Celsius è comunque davvero compagna di un calciatore, Dino Drpic. I due sono stati protagonisti di un piccante episodio: in uno show televisivo Nives ha disinvoltamente rivelato di aver fatto sesso con il marito sul campo della sua squadra, la Dinamo Zagabria. Lo stadio era vuoto ma la squadra ha comunque licenziato il giocatore. Davvero un moralismo stupido: anzi, il fatto che avesse voluto far l'amore con la bella compagna sul campo da gioco denotava un attaccamento alla squadra. (Un altro caso di una coppia che fa sesso in uno stadio, quello del Brondby, in Danimarca, è raccontato qui.)


Nel video della canzone Nives appare in bikini e in body painting (coi colori della nazionale croata e di quella brasiliana). Al precedente mondiale di calcio (2010), la tifosa paraguayana Larissa Riquelme era diventata famosa  per la scollatura esplosiva. Nelle foto si vedeva che Larissa aveva infilato il cellulare nella scollatura e Nives le fa il verso e, cantando "I wanna be famous just like Larissa Riquelme", afferra un cellulare, lo pone dapprima tra i seni (immagine qui sopra) e poi, per superare la maestra, lo infila negli slip (immagini sotto).




Qui sotto il video della canzone:

LFL: scarpe perse, slip tirati giù e tante mete tra Toledo e Baltimore

Le ragazze della LFL giocano sul serio e nei placcaggi capita talora che qualche indumento finisca fuori posto. E' successo anche nella nona partita di questo campionato, disputata tra le Toledo Crush (le ex Cleveland Crush, trasferitesi quest'anno a Toledo) e le Baltimore Charm.

A Tamar Fennell, bellissima giocatrice delle Crush, era già capitato qualche volta che un'avversaria le tirasse giù gli slip. Spettacolari erano state le sue "wardrobe malfunction" negli All Fantasy Game del 2012 in Messico e in Australia ma gradevole (anche se meno "scoperta") anche quella capitatale in una partita del campionato australiano. In una partita dello scorso anno con le Crush, invece, Tamar indossava delle mutandine sotto gli slip della divisa e, quando le sono stati tirati giù gli slip della divisa, il suo lato b è rimasto purtroppo coperto dalle mutandine che aveva messo sotto (allo stesso modo, in un altro incontro, le era stato scostato il reggiseno della divisa ma ne indossava sotto uno che l'aveva tenuta coperta).

Anche stavolta la bella giocatrice aveva indossato le mutandine sotto gli slip della divisa ma sono proprio quelle a finire per essere afferrate da Kim Jack in un placcaggio su Tamar nel terzo quarto. La presa salda della brava Kim ha fatto sì che le mutandine scendessero trascinando giù anche gli slip della divisa, con il risultato di scoprire ancora una volta il bel lato b di Tamar.


Nella stessa partita, Alli Dickey, alla fine del secondo quarto, ha perso una scarpa durante un placcaggio (nella prima immagine qui sotto la si vede sul campo in basso a sinistra). A differenza di Cenerentola, però, ha ritrovato subito la sua scarpetta (seconda foto qui sotto) e, invece di avere a casa delle acide sorellastre, Alli ha in squadra con lei la bionda sorella Savanna (nella terza foto qui sotto le vediamo vicine in un huddle: Alli è la n.2, Savanna la n.20).




Riferiti questi simpatici momenti, passiamo alla cronaca sportiva.

Toledo Crush - Baltimore Charm 27-54

Le Crush giocano la loro prima partita dell'anno contro le Baltimore Charm mettendo in campo una nuova quarterback, Arika Hoffman. La ragazza comincia nel migliore dei modi: il primo pallone che gioca è una cannonata (nell'immagine qui sotto il momento in cui sta per partire il lancio) per Tamar Fennell: meta da 35 yards. Con la trasformazione della stessa Fennell si va sul 7-0.



Le Charm rispondono con una lunga corsa (25 yards) di Alli Dickey fino in touchdown, con trasformazione da due punti della stessa giocatrice, e vanno in vantaggio di un punto (7-8). La bellissima Heather Hudson dimostra di essere pure tosta e va a placcare la quarterback avversaria facendole la palla (immagine qui sotto). Il pallone rotola in area di meta dove viene agguantato da Katie Ferguson: touchdown. Con la trasformazione di Alli Dickey si va sul 7-16.


Toledo, prima della fine del primo quarto, accorcia le distanza. Hofmann fa un pallonetto per far giungere la palla, passando sopra la linea, nelle mani di Lulu Jackson che corre poi fino in meta: gioco da 39 yards e meta. Fennell realizza l'extra point: 14-16. Qui sotto: Lulu Jackson dopo aver segnato, in un'immagine che valorizza il notevole lato b della giocatrice.


Nel secondo quarto uno spettacolare botta e risposta tra le due squadre con tre touchdown in tre azioni consecutive. Apre le danze Baltimore con Morgan Spencer che imbecca Alli Dickey per una meta da 2 yards, seguita dalla trasformazione di Hudson (14-24). Palla a Toledo e, al primo gioco, Hofmann, sotto pressione, riesce a buttare il pallone a Fennell che corre in meta coronando con il touchdown un gioco da 35 yards (20-24). Palla a Baltimore e, al primo gioco, la straordinaria Heather Hudson corre per 35 yards in meta (immagine qui sotto) per il 20-30.


Toledo non riesce stavolta a ripetersi e su un terzo down ancora Hudson, davvero in giornata di grazia, mette a segno un sack su Hofmann, costringendo le Crush a ripartire da un quarto down con 22 yards da conquistare a partire dalle proprie 3 yards: situazione difficile per Toledo, di cui approfitta Jessica Johnson che atterra Hofmann in area di meta realizzando così un safety che dà altri due punti (20-32) e il possesso del pallone a Baltimore. Le Charm, però, questa volta non sfruttano l'occasione favorevole e perdono palla per down terminati vicino alla loro area di meta. Toledo si ritrova quindi con una situazione favorevole di "first and goal", ma, tanto per cambiare, spunta Hudson che realizza un altro sack su Hofmann. Il placcaggio è duro e Hofmann lascia momentaneamente il campo. La sostituisce Fennell che, alla prima giocata da quarterback, si fa intercettare un passaggio da Ferguson. Sfuma così l'occasione di segnare per Toledo.

Il terzo quarto si apre con un gran ritorno del kickoff da parte di Alli Dickey che porta la palla fino alle 24 yards avversarie. Al gioco seguente, Hudson (ancora lei!) copre quella distanza portando la palla in touchdown. Con la trasformazione di Mesta siamo sul 20-40. Hofmann e Jackson mettono insieme un'altra meta con un'azione da 23 yards, seguita dalla trasformazione di Fennell (27-40). Un'azione cruciale è quella in cui Hudson dopo aver ricevuto il pallone e averlo portato avanti per diverse yards, passa la palla indietro a Ferguson: il pallone non viene trattenuto e finisce per terra, ma, per fortuna delle Charm, ad acchiapparlo è una loro giocatrice, Alli Dickey. Baltimore quindi può proseguire il drive, arrivando a segnare con una corsa di 5 yards di T. C. Mesta all'inizio dell'ultimo quarto, mettendo ormai al sicuro il risultato (27-46). Il successivo drive di Toledo non va a segno e le Charm possono aggiungere altri punti. La scatenata Heather Hudson, partendo dalla posizione di quarterback, corre per 22 yards in meta ma il touchdown viene annullato per una penalità. La terza meta della partita per la bella Heather è però solo rimandata, perchè il drive si conclude con una sua corsa di 15 yards in touchdown, cui segue una trasformazione da due punti con shovel pass di Spencer a Mesta, per il 27-54 finale. Negli ultimi minuti Ferguson intercetta un lancio di Hofmann ridando la palla alle Charm che però la perdono con un fumble sullo snap, con pallone che viene afferrato da Sarah Rounsifer delle Crush che, però, non riescono a segnare prima della fine.

Heather Hudson conclude l'incontro con 7 corse per 76 yards, con l'altissima media di 10,9 yards per corsa, e tre touchdown. Congratulazioni per la bravura e anche, come si vede nella sua foto ufficiale della LFL (qui sotto), per la bellezza!


sabato 5 luglio 2014

Susie Wolff: la donna al volante è da formula 1

Donna al volante... arriva in Formula 1!

A smentire l'inveterato pregiudizio sulle capacità delle donne alla guida ci pensa Susie Wolff, scozzese, nata il 6 dicembre 1982. La bionda pilota ha preso parte per la Williams alle prove per il gran premio di Silverstone.

Le auguriamo di avere presto la possibilità di competere nei giorni di gara.

(Foto dal sito ufficiale di Susie)

venerdì 4 luglio 2014

Jhendelyn Nunez: su la maglia per il Cile

Modella e concorrente di reality show, la bella Jhendelyn Nunez ha seguito come inviata della stampa la partita degli ottavi di finali dei mondiali di calcio in corso che vedeva in campo il suo Cile contro il Brasile.

Jhendelyn ha seguito l'incontro indossando una maglia della nazionale cilena e, quando Alexis Sanchez ha segnato il gol del pareggio per il Cile, ha voluto festeggiare sollevando la maglietta sotto la quale aveva un reggiseno disegnato come la bandiera del Cile, con una scollatura molto ampia che permetteva di ammirare gradevolmente le belle forme della ragazza.

Complimenti a Jhendelyn per la bellezza e per il simpatico gesto che ha permesso di apprezzarla ancor più e che ha eseguito anche fuori dalla sala stampa, come mostra il video qui sotto:



Se vi piacciono le magliette sollevate per festeggiare la propria squadra, nel blog trovate una tifosa del Brondby (Danimarca), una del Monterrey (Messico) e una della squadra di hockey di Vancouver (Canada) che tirano su la maglietta restando a seno scoperto.

LFL: vince Atlanta, un insolito pari e giù gli slip di Stevi Schnoor

Sempre grande spettacolo sui campi della LFL per l'abilità delle giocatrici e per loro bellezza, messa in risalto dalle succinte divise di gioco. E in qualche partita, deliziosa ciliegina sulla già ottima torta, c'è pure un'azione in cui una delle belle atlete si ritrova con gli slip tirati giù da un'avversaria che cercava di fermarla. Nell'ottava partita è successo a Stevi Schnoor, di Seattle, grazie all'intervento di Yahshi Rice, di Chicago (vedi immagine di apertura).

Ma andiamo con ordine. Eravamo arrivati, nel precedente articolo sulla LFL, alla sesta partita. Passiamo quindi alla settima.

Atlanta Steam - Omaha Heart 20-13

Prima partita dell'anno per le Atlanta Steam che contro le Omaha Heart schierano una nuova quarterback, Dakota Hughes. La ragazza mostra subito talento e conclude il suo primo drive nella LFL con un passaggio da touchdown di 10 yards a Jodie Nettles (nell'immagine qui sotto Dakota sta facendo partire la palla). Con la trasformazione di Mia Alphonso si va sul 7-0 con il quale si conclude il primo quarto.



Nel secondo quarto, Omaha pareggia: Linsey Noble, tornata al posto di quarterback (nella prima partita aveva giocato in quel ruolo Ashley Lambrecht: ne avevamo parlato anche per una wardrobe malfunction che le era capitata), lancia in meta per 12 yards Theresa Petruziello, italoamericana con un'Italia tricolore tatuata su un fianco, ex Cleveland Crush., e Brittany Demery aggiunge un extra point. Le Steam si riportano avanti: pochi centimetri alla meta e palla a Leanne Hardin che varca la linea: 13-7. Sharlene Fuller, di Atlanta, strappa la palla dalle mani di Noble che aveva intrapreso una corsa. Nè le Steam nè le Heart riescono però a segnare nel restante tempo prima dell'halftime. Nel terzo quarto, Omaha pareggia ancora, con un lancio da 3 yards della bella Linsey Noble (qui sotto in un momento della partita) a Shawnte Bunting.


Nell'ultimo quarto, dopo un drive a testa non condotto in meta, la difesa delle Heart mette a segno due bei colpi: Demery fa un sack su Hughes in un terzo down e nel quarto down, con 16 yards da coprire, la difesa mette sotto pressione la quarterback che butta un lancio che viene intercettato da Jacqueline Smyth. Omaha però non sfrutta l'occasione: va bene alle Heart quando c'è un fumble di Noble ma Sarah Robinson riesce ad acchiappare il pallone evitando che finisca nelle mani delle avversarie. Tuttavia Omaha non riesce a segnare e perde palla per mancata chiusura del quarto down. Restano 36 secondi, ma sono sufficienti per la brava Hughes (eletta MVP della partita) che subito al primo gioco combina con Jodie Nettles per uno spettacolare touchdown da 42 yards, seguito dalla trasformazione di Mia Alphonso. Nei secondi rimanenti Omaha non arriva a segnare e la partita si chiude sul 20-13.

Chicago Bliss - Seattle Mist 34-34

Prima meta per le Bliss con la fortissima runningback Chrisdell Harris che corre per 37 yards in meta. Con la trasformazione di Heather Furr si va sul 7-0. Buon lavoro della difesa che blocca le Mist (da notare un sack di Yahshi Rice sulla quarterback di Seattle Maryanne Hanson). Chicago riprende quindi il pallone ma lo perde in un reverse tra Chrisdell Harris e Jessica Price. Stavolta Seattle va a segno con un lancio di 9 yards di Maryanne Hanson per Lashaunda Fowler: 7-6. Le Bliss si rifanno avanti e nel primo gioco del secondo quarto Nneka Nwani corre in meta: 13-6. Al primo gioco di Seattle dopo la meta subita, Furr intercetta Hanson. Le Bliss si avvicinano alla meta ma c'è un fumble di Alli Alberts e Jessica Hopkins, che afferra il pallone, compie una grande giocata portandolo per 41 yards in meta (immagine qui sotto). Con la trasformazione di Fowler si va in parità: 13-13.


Il resto del secondo quarto è però tutto per Chicago. Furr lancia a Hallie Jiskra: 22 yards e meta. Con la trasformazione di Furr, 20-13. Kim Perez intercetta Hanson e ridà la palla alle Bliss che segnano ancora, con Chrisdell Harris (corsa di 6 yards) e un'altra trasformazione di Furr: 27-13, che è il risultato a metà tempo. Sembra mettersi bene per Chicago all'inizio del terzo quarto: Alli Alberts porta per 31 yards in meta un pallone preso da un fumble di Stevi Schnoor. Seattle però contesta la decisione di dare la meta sostenendo che il gioco era fermo prima del fumble della sua giocatrice. L'arbitro rivede le immagini dell'azione e dà ragione alle giocatrici in verde: meta annullata. E' una svolta per le Mist. Il drive finisce in meta ed è proprio Schnoor a varcare la linea con una corsa da 3 yards. Segue la trasformazione di Fowler: 27-20. Hopkins si mette ancora in luce in difesa intercettando Furr, messa sotto pressione dalle Mist. Le due Hanson di Seattle, Maryanne e Megan, combinano per un touchdown di 3 yards, seguito dalla trasformazione di Deanna Shaper-Kotter, e si va al pareggio: 27-27. C'è un altro fumble su un reverse Harris-Price e qui arriva un'incredibile ingenuità delle Bliss che si fermano sentendo il suono della sirena di fine quarto: la regola dice però che se il tempo finisce durante un'azione, si resta comunque in gioco sino al termine dell'azione. Schnoor ringrazia l'errore delle avversarie, raccogliendo la palla da terra e correndo per 15 yards in meta. Nella trasformazione, Hanson lancia in endzone, la palla rimbalza sulle mani di giocatrici delle due squadre e rocambolescamente finisce tra le mani di Fowler: valido l'extra point e le Mist ora sono avanti di sette punti (27-34).

Nel quarto periodo di gioco, segna ancora Chrisdell Harris con una corsa da una yard e la trasformazione è sempre di Furr. Di nuovo pari: 34-34. A un minuto e 45 secondi dalla fine c'è la wardrobe malfunction descritta e documentata con immagine all'inizio dell'articolo: Yahshi Rice, volendo fermare Stevi Schnoor, le afferra gli slip scoprendole il lato b. Proprio Schnoor farà una giocata importante afferrando il pallone perso dalla sua quarterback Maryanne Hanson. Seattle comunque non riesce a segnare prima della fine del tempo regolamentare che si conclude così in parità, 34-34.

Si va quindi al tempo supplementare. Seattle arriva vicina alla meta, ma una serie di penalità la spingono indietro fino a un terzo e 25. Due passaggi incompleti e la palla passa a Chicago che non ha miglior fortuna. Megan Hanson fa un sack su Furr e causa un fumble ricoperto, però, dalla stessa Furr. Comunque Chicago non riesce a segnare. Seattle riesce a varcare la linea di meta con Schnoor ma la meta è annullata per una penalità e le Mist non riescono a segnare prima della fine del tempo. La partita si conclude così con un pareggio, fatto insolito per la LFL.

Nell'immagine qui sotto, il curioso look sfoggiato da Alli Alberts in questa partita.


martedì 1 luglio 2014

La classifica del blog (giugno 2014)

Anche nel mese di giugno siamo stati sopra le undicimila visite: 11412 per la precisione. E con queste superiamo il traguardo delle 250.000 visite, arrivando a 250.425.

Il post più visto dell'ultimo mese è ancora una volta quello con le foto delle giocatrici della LFL nude per Playboy: un successo meritato perchè queste ragazze sono davvero belle e brave!

Una conferma anche il secondo e terzo con il nudo integrale (con bacio lesbo) di Elena Anaya e il topless di Kelly Brook. Da sottolineare è anche il quarto posto dell'artista svizzera Milo Moirè con una sua performance nuda in pubblico.

Ecco le prime dieci del mese:


Non cambiano le prime dieci posizioni della classifica all-time:


Nella classifica delle ricerche per parole del mese, al primo posto, molto appropriatamente in periodo di mondiali di calcio, è con 30 ricerche la modella argentina Fiorella Castillo che può sfoggiare un fisico super ma anche una grande abilità a palleggiare, anche indossando scarpe con tacco alto.

Sempre tra le più ricercate (è per la seconda volta al secondo posto, dopo essere stata altre due volte prima) è la bella ministra Maria Elena Boschi (24 ricerche). Più staccate, ma meritano di essere citate, Heidi Svendsen (5), Annalisa Santi e Pamela Camassa (4).

La classifica all-time delle ricerche per parole, sempre guidata dalle attiviste di Femen, non ha cambiamenti nelle prime posizioni rispetto al mese scorso.

Tra i post recenti (da aprile), i primi tre posti vanno a tre ragazze autrici di imprese "disinvolte".

Prima è la bellissima Val Midwest: l'articolo su di lei e sulle sue performance a luci rosse ha ricevuto 711 visite. Segue Francesca Cioffi, con il suo bottomless al Grande Fratello (454) e terza è Belle Knox, la studentessa universitaria che, per pagarsi gli studi, ha intrapreso una carriera nel porno (90).

Complimenti a tutte!