martedì 27 ottobre 2015

L'arte come la masturbazione: un'efficace analogia all'università di Sheffield

"La mia conclusione sarà che c'è un'affinità tra il piacere letterario, l'analisi di sé e l'autoerotismo": così Fabienne Collignon (nella foto di apertura), docente all'università di Sheffield, ha riferito a The Tab presentando la lezione che terrà su "l'arte della masturbazione".

L'analogia con la masturbazione ci pare un modo davvero azzeccato e molto efficace di descrivere il piacere dell'artista nel creare la sua opera, che sia una poesia, un dipinto o altra forma di espressione artistica. E, naturalmente, l'analogia vale anche per chi ammira un'opera d'arte che suscita una particolare emozione.

lunedì 26 ottobre 2015

Amel: lo stop di tacco al volo è da applausi

Amel Majri (foto di apertura dal sito della Uefa), giovane calciatrice franco-tunisina, sta riscuotendo un grande successo in internet grazie a un video che mostra una sua prodezza durante un allenamento: le viene lanciato un pallone e lei con grande naturalezza fa uno stop di tacco al volo e, sempre al volo, rispedisce indietro la palla tra gli applausi e le urla di apprezzamento delle compagne.

La bella ventiduenne (è nata a Monastir, in Tunisia, il 25 gennaio 1993) per questa sua splendida giocata è stata paragonata a Lionel Messi, a Neymar, al connazionale Raphaël Varane.

Amel gioca nell'Olympique Lyonnaise e nella nazionale francese.

domenica 25 ottobre 2015

Il sorriso di Tatiana Lisanti batte l'arroganza dell'ex ministro

"Una risata vi seppellirà", recitava il detto ribelle diventato un motto della protesta studentesca del 1977. E così la giornalista del Tg3 Tatiana Lisanti ha seppellito l'arroganza dell'ex ministro Renato Brunetta.

In seguito ad un'osservazione da lui non gradita, il deputato ha cominciato la sua risposta attaccando la bella giornalista. "Lei probabilmente non studia e non legge" ha detto in modo maleducato, ma Tatiana non si è fatta intimorire e ha replicato con un sorriso (nell'immagine di apertura). Quando l'ex ministro ha aggiunto "oltre che arrivare in ritardo alle interviste", la giornalista ha sollevato il mento accentuando il sorriso che è arrivato a confinare con una risata. Così, senza dire neppure una parola, è riuscita con grande stile a mettere in ridicolo l'atteggiamento arrogante del suo interlocutore.


La giornalista ha poi spiegato cosa intendeva e ha dato un'altra stoccata vincente: "La replica di Brunetta? Siamo abituati alle sue risposte garbate. Meglio sorriderci su". And the winner is... Tatiana Lisanti!

venerdì 23 ottobre 2015

Beyoncè: un'altra scollatura da urlo

Beyoncè è bravissima a valorizzare il suo splendido décolleté con abiti con scollature sensuale ed eleganti.

Ne ha dato nuovamente prova a "Tidal x2010", un concerto di beneficenza organizzato a Brooklyn, presentandosi con abito color melanzana con ampia scollatura che ha meritatamente raccolto l'attenzione dei presenti.

Per altre splendide scollature di Beyoncè potete guardare qui, qui, qui e qui. E siamo certi che la bellissima cantante ne proporrà altre in futuro.

Complimenti ancora una volta a Beyoncè.





mercoledì 21 ottobre 2015

Stormy Keffeler, la giocatrice della LFL incoronata Miss

Le giocatrici della Legends Football League (LFL) sono vere atlete. Sbaglia di grosso chi, vedendo che giocano in bikini, non le prende troppo sul serio sotto il punto di vista sportivo e non fa caso a quanto siano brave oltre che belle.

Che siano belle, comunque, è fuori discussione. Tanto belle da poter vincere un concorso di bellezza. E' quel che ha fatto Stormy Keffeler, che ha giocato nella LFL con le Seattle Mist.

La bella Stormy ha partecipato al concorso di Miss Washington USA e si è aggiudicata la vittoria (nella foto di apertura, di Jerry and Lois, dallo Sky Valley Chronicle, il momento in cui viene incoronata da Kenzi Novell, la reginetta che l'ha preceduta).

Come vincitrice di Miss Washington USA, Stormy parteciperà poi all'edizione 2016 di Miss USA. Faremo il tifo per lei!

Qui sotto, due immagini di Stormy con la divisa delle Seattle Mist.



Congratulazioni a Stormy! Una very special girl!

martedì 20 ottobre 2015

Bikini football in Messico: al via il nuovo campionato della CFL

Sta per cominciare il nuovo campionato di bikini football della Caribbean Football League (CFL), una lega messicana di football americano che opera nell'area di Cancún. Le sei squadre hanno disputato l'11 ottobre il primo incontro di pretemporada (ovvero una "anteprima" del torneo con tre giornate di partite che non fanno classifica) e a novembre ci sarà la prima giornata del campionato. A contendersi il titolo saranno Angels, Bucaneras, Diablas, Diosas Mayas, Lipsticks e Navy.

La CFL organizza tornei con placcaggi e tornei di flag (l'avversario/a si ferma strappando una striscia di tessuto posta sui fianchi di chi gioca), squadre maschili, femminili e giovanili. In questa varietà, la lega ha opportunamente voluto proporre anche il bikini football.

L'esperienza della CFL con il bikini football ha preso il via nell'estate del 2014, quando è stato varato un campionato a sei squadre: le Barracudas di Playa del Carmen e cinque squadre di Cancún: Bucaneras, Diosas Mayas, Lipsticks, Sharks, Sirenas. Inizialmente si era parlato anche di un'altra squadra, le Nahuyacas di Cancún, che però non ha poi preso parte al campionato.

Non si trattava ancora propriamente di un campionato di bikini football. Quattro squadre su sei (Barracudas, Lipsticks, Sharks e Sirenas), infatti, indossavano pantaloncini e non slip. Tra le Diosas Mayas si usavano shorts neri, ma alcune giocatrici avevano avuto la buona idea di indossare invece slip (come la ragazza nelle due immagini qui sotto). Le migliori sono state indubbiamente le Bucaneras, tutte in campo in bikini, con slip e reggiseno neri con bordi arancioni.


Le Bucaneras, oltre ad essere state le più brave per l'abbigliamento, lo sono state anche per i risultati sportivi, vincendo il campionato (nella foto di apertura, tratta dal loro sito, festeggiano il trionfo).

La regular season, con cinque giornate a cadenza bisettimanale tra il 20 luglio e il 14 settembre, si era conclusa con le Lipsticks al primo posto imbattute (5 vittorie, 0 sconfitte), seguite da Bucaneras (4-1), Sirenas (3-2), Diosa Mayas (2-3), Barracudas (1-4), Sharks (0-5). Le prime quattro classificate sono passate alle semifinali, disputate il 28 settembre, nelle quali le Lipsticks hanno battuto per 41-12 le Diosas Mayas e le Bucaneras hanno sconfitto per 12-0 le Sirenas. Nella finale, giocata il 12 ottobre 2014, le Bucaneras hanno vinto 12-6 contro le Lipsticks aggiudicandosi il campionato.

Viste le diversità di abbigliamento delle squadre, la CFL ha deciso di fare due tornei separati, uno per squadre in bikini (nella foto sotto, una protagonista della lega: Virginia "Vicky" Sosa, quarterback delle Bucaneras) e uno con giocatrici un po' più coperte, denominato "lycra".



Il torneo in bikini, cominciato il 18 gennaio 2015 (preceduto da una "pretemporada" di 3 giornate tra novembre e dicembre 2014), ha visto al via sei squadre. Oltre a quattro delle sei che avevano disputato il precedente campionato, Bucaneras (nella foto sotto, alcune giocatrici durante la finale del 2015), Diosas Mayas, Lipsticks e Sharks, c'erano due novità, le Navy (che nell'ottobre del 2014 avevano lasciato la Liga Iberoamericana de Bikini Football, dove avevano militato con il nome di Guerreras Mayas) e le Vaqueras.


Le cinque giornate di regular season si sono concluse ancora con le Lipsticks prime e imbattute (5 vittorie, 0 sconfitte), seguite da Bucaneras (4-1), Diosas Mayas (3-2), Sharks (1-3 e un pareggio), Navy (1-4), Vaqueras (0-4 e un pareggio). Nelle semifinali, disputate a fine marzo 2015, le Lipsticks hanno battuto 28-0 le Sharks e le Bucaneras hanno sconfitto le Diosas Mayas 22-6 (nella foto qui sotto, di Roberto Fernández, dal sito delle Bucaneras, un'immagine della partita: la giocatrice con la palla è la bucaniera América Garrido).


Nella finale del 12 aprile 2015 si sono trovate, dunque, ancora di fronte Lipsticks e Bucaneras. Stavolta, però, l'hanno spuntata le Lipsticks grazie a una straordinaria partita di Paty Muñoz. Paty ha aperto le segnature con una corsa da 22 yards in meta (6-0), ha raddoppiato con una corsa da 15 yards (12-0), ha messo a segno un altro touchdown su corsa aggiungendoci l'extra point (20-0) e ha concluso con un ritorno di un intercetto per 50 yards (tutto il campo) in meta e relativo extra point (20-0).

Nella foto qui sotto (di Elizabeth Ruiz) le Lipsticks festeggiano il successo.


Tra maggio e agosto c'è quindi stato il torneo lycra, con sette squadre. Al termine della regular season di 6 giornate, si sono qualificate per le semifinali Lipsticks (a punteggio pieno), Navy (4 vittorie e 2 sconfitte), Sirenas (4-2) ed Espartanas (2-4), mentre sono rimaste fuori Sharks (2-4), Diosas Mayas (2-4), Vaqueras (1-5). Le Lipsticks hanno battute le Espartanas in semifinale e poi le Sirenas in finale, aggiudicandosi il titolo.

mercoledì 14 ottobre 2015

Il comune di Napoli riconosce le due mamme di Ruben

"Prenomi del padre: Marta". Non si tratta di un errore. Il piccolo Ruben è stato registrato al comune di Napoli indicando come madre la ragazza che lo ha partorito, Daniela Conte, e come padre la sua compagna Marta Loi. Forse si sarebbe potuto pensare a cambiare la denominazione (ma non sappiamo se legalmente era fattibile), ma, in fin dei conti, non conta più di tanto. Ciò che conta e per cui bisogna dare merito e lode al comune è che ha trascritto senza problema l'atto di nascita del bambino, nato a Barcellona, con i nomi delle due madri. Certo, dovrebbe essere un fatto normale. Purtroppo c'è ancora chi ha una mentalità talmente arretrata da ritenere illegittimo che si trascrivano atti relativi a coppie omosessuali. Quella data dal comune di Napoli è quindi una prova di civiltà e di rispetto. Speriamo che diventi la norma.

Intanto, auguri al piccolo e alle sue due mamme!

martedì 13 ottobre 2015

Un assurdo moralismo toglie la corona a Miss Bretagna

E' durato poco il regno di Eugénie Journée come Miss Bretagna 2015. Poco dopo essere stata proclamata la più bella della regione (nella foto di apertura il passaggio delle consegne con Miss Bretagna 2014 Maïlys Bonnet), la 23enne studentessa di Rennes è stata detronizzata per violazione del regolamento di Miss Francia, cui si allaccia Miss Bretagna (la vincitrice regionale compete poi per il concorso nazionale).

Quale sarebbe la violazione tale da spingere l'organizzazione di Miss Francia a privarla del titolo appena assegnatole? Eccola nella foto qui sotto.


La direttrice di Miss Francia ha motivato la squalifica asserendo che "il regolamento dice che le ragazze non devono posare spogliate o in situazioni equivoche". Già la norma è assurda in sè: i concorsi di bellezza fanno parte del mondo dello spettacolo, dove fare foto sexy, comprese foto di nudo, è fortunatamente considerato del tutto normale. Per una ragazza può essere un'ottima opportunità per farsi notare. La norma di Miss Francia è quindi antiquata e contraddittoria e sarebbe una prova di serietà da parte degli organizzatori abolirla subito. Inoltre, fa sorridere che venga considerata meritevole di squalifica questa bella foto. Eugénie posa sì a torso scoperto, ma la posizione in cui si trova copre il seno: non che ci sarebbe nulla di male se fosse visibile, ma così non si capisce neppure perchè sia stata applicata la già assurda norma: sfilando in costume, le candidate mostrano più di quello che si vede in questa foto.

Purtroppo, la bella Eugénie ha perso così il titolo di Miss Bretagna e la possibilità di competere per Miss Francia. Il titolo di Miss Bretagna è stato passato a Léa Bizeul che, mostrando poco stile, ha commentato la vicenda con un'uscita piuttosto antipatica nei confronti della vincitrice detronizzata: "Non c'è nulla da dire: ci sono delle regole e vanno applicate".

Quale che sia il verdetto ufficiale, per noi la vera miss resta Eugénie.

domenica 11 ottobre 2015

Demi Lovato: nuda per il lancio del nuovo cd

E' in uscita il suo nuovo album, "Confident", e Demi Lovato, con una mossa senza dubbio azzeccata, conquista l'attenzione dei media postando su Instagram alcune belle foto di nudo.

Nelle foto, sensuali ed eleganti, Demi (diminutivo di Demetria) ha voluto mostrarsi senza abiti, senza trucco, senza fotoritocchi. Si può ammirare il fisico della cantante e il bel lato b scoperto. Il risultato sarà senza dubbio molto gradito ai suoi fan... e non solo a loro!

Complimenti a Demi!




sabato 10 ottobre 2015

Le professoresse corrono nude nel deserto

Nella puntata del 29 settembre del reality show Pechino Express, i concorrenti, che gareggiano a coppie, dovevano percorrere un tratto di deserto peruviano. Per rendere più spettacolare la marcia sulla sabbia, il programma ha avuto una simpatica idea: giunti a un certo punto, se entrambi i componenti si spogliavano completamente potevano proseguire subito, mentre se uno o entrambi preferivano restare vestiti avrebbero dovuto aspettare rispettivamente 10 e 20 minuti prima di riprendere il cammino.

In gara c'erano quattro donne. Due, Paola Barale e Naike Rivelli (figlia dell'attrice Ornella Muti), gareggiavano in coppia con un uomo. Le altre due, la bionda Laura Forgia e la mora Eleonora Cortini, già "professoresse" del programma televisivo "L'eredità", formavano una squadra (chiamata proprio "Le professoresse").

Delle quattro, solo la Barale ha preferito restare vestita e perdere 10 minuti. La Rivelli, che ha spesso condiviso in internet sue foto di nudo, ha invece accolto la proposta con entusiasmo e anche le due belle "professoresse" hanno scelto di denudarsi (le vediamo insieme in corsa nell'immagine d'apertura e all'arrivo in quella qui sotto).


Le "professoresse" hanno apprezzato la corsa completamente nude sulla sabbia. Laura l'ha definita "L'esperienza più bella! Cioè: fantastica!" Ed Eleonora ha confermato con entusiasmo il giudizio dell'amica: "Veramente! E' una figata pazzesca!"

L'idea della corsa au naturel in un panorama selvaggio è molto bella e facciamo, per questo, i complimenti al programma e speriamo che venga realizzata ancora in futuro in questo o altri programmi. Dopo l'elogio, ci sia permessa però anche una critica. Il programma ha infatti un po' rovinato la sua bella idea decidendo di coprire, nelle immagini trasmesse, il pube e i seni delle ragazze con un blur (dal blur è stato risparmiato, in una bella sequenza, il lato b di Laura, come si vede nell'immagine qui sotto).


Le ragazze hanno mostrato la loro disponibilità accettando di spogliarsi e avrebbero meritato senza dubbio di poter essere ammirate senza censure. In particolare non convince l'idea di coprire i seni delle concorrenti, soprattutto perché, come al solito, c'è stata una forma di discriminazione. Mentre il blur nelle "parti basse" è stato fatto sia per i concorrenti maschi sia per le femmine, solo alle donne è stato censurato il petto (come si vede nell'immagine di apertura e in quella qui sotto che mostra Naike Rivelli). Tra l'altro, il topless femminile ormai non dovrebbe proprio più scandalizzare nessuno.


Un suggerimento alla Rai: perché non riproporre, magari in orario più tardo (in "fascia protetta", come si dice), il filmato della corsa senza censure? O, almeno, senza quella sui seni delle ragazze?

venerdì 9 ottobre 2015

Federica Sobrero: prima in Italia nel test di medicina

E' stata lei la più brava tra i quasi 60.000 partecipanti di tutta Italia ai test di ingresso per la facoltà di medicina: Federica Sobrero, di Benevello, diplomatasi (con 100 e lode, ovviamente) al liceo scientifico nella vicina Alba.

Mentre la metà dei partecipanti al test non ha raggiunto neppure i venti punti necessari per essere inseriti in graduatoria, Federica ne ha totalizzati ben 80,9 su un massimo possibile di 90.

Bravissima e, come mostra la foto, anche bellissima. Una very special girl!

domenica 4 ottobre 2015

Belle e atletiche: le sportive israeliane mostrano i loro corpi

Il giornale israeliano "Yediot Aharonot" ha avuto la bella idea di "copiare" The body issue della rivista americana "ESPN" e offrire ai suoi lettori una serie di foto che mostrino la bellezza ed eleganza dei corpi nudi di diverse atlete del paese (la rassegna comprende anche atleti maschi, ma qui nel blog ci occupiamo delle ragazze), immortalate dal fotografo Gabriel Baharlia, che ha svolto molto bene il suo lavoro.

Nella foto di apertura e nelle due seguenti è ritratta Amit Ivry, classe 1989, nuotatrice, vincitrice di una medaglia di bronzo agli Europei di nuoto del 2012 a Debrecen, in Ungheria.



Un'altra nuotatrice che ha posato per questo numero speciale è Inbal Pezaro, che ha al suo attivo 4 medaglie d'argento e 4 di bronzo alle Paralimpiadi a cui si aggiungono altre 10 medaglie, di cui 3 ori, ai campionati mondiali paralimpici, e 3, con un oro, agli europei.


Restiamo in acqua con Anastasia Gloushkov Leventhal, nuoto sincronizzato.


Proseguiamo con la giocatrice di basket Meirav Dori:


Ecco la judoka Alice Schlesinger:


La fiorettista Delila Hatuel:


E la saltatrice Ma'ayan Shahaf:


Complimenti a tutte!

venerdì 2 ottobre 2015

La classifica del blog (settembre 2015)

Il blog ha superato le 400.000 visite! Grazie a chi ci segue!

A settembre le visite sono state 7.082.

Il titolo di post più visto nel mese è stato il risultato di una lotta all'ultimo click tra i due articoli che da tanti mesi si contendono il primato. Per una sola visita di distacco l'hanno spuntata le favolose ragazze della LFL nude su Playboy (nella foto di apertura il fantastico nudo integrale frontale di Tisha Marie Payton) il cui articolo è stato visto 475 volte contro le 474 di quello sulla carinissima e spigliatissima Val Midwest.

Al terzo posto si conferma un altro articolo che è un classico del nostro blog: quello con il nudo integrale e il bacio lesbo della bellissima Elena Anaya.

Una novità delle top ten mensili è il recente post sulle wardrobe malfunctions delle quarterback in una partita tra Chicago Bliss e Omaha Heart.

Ecco la top ten di settembre:


Nella classifica all-time, la dirompente Val Midwest scala un'altra posizione e raggiunge il sesto posto.


Nella classifica mensile delle ricerche per parole, vincono questo mese con 4 ricerche la giocatrice della LFL K.K. Matheny (nella foto) e la ex velina Ludovica Frasca. Complimenti ad entrambe!

Con 3 ricerche segue Sabrina Cereseto e poi con 2 troviamo la sciatrice Anna Fenninger, la ministra Maria Elena Boschi, la gieffina Francesca Cioffi, l'attrice Gözde Kansu oltre a un generico "giocatrici di calcio nude" e a "lfl nip slip".

Nella classifica all-time delle ricerche per parole sono sempre largamente prime le ragazze di Femen.

Tra i post recenti (ultimi tre mesi), il più visto, con 121 visite, è quello con le wardrobe malfunction delle quarterback della squadre della LFL di Chicago, Heather Furr, e di Omaha, Kayleen Colson (e in più una "quasi wardrobe malfunction" di Heather Hudson). Complimenti alle giocatrici per la vittoria in questa classifica!

Al secondo posto, con 75, ancora qualche wardrobe malfunction (o quasi) della squadra di Chicago: stavolta protagoniste sono Alli Alberts, Chrisdell Harris e Deena Fagiano.

Al terzo posto, con 65, il post sull'articolo che il blog Tech-media-tainment ci ha dedicato.